Verità del confine
  • Una storia non esiste se non viene raccontata...

    A cura di Nino Fezza
  • 16.1.13

    Happyland, un inferno nel cuore di Manila

    Filippine, un paese molto lontano dal mondo occidentale, un paese di cui non si parla mai se non per qualche colpo di stato che porta al governo questo o quel gruppo di militari, perchè di questo si tratta, i governi si alternano ma la musica non cambia, sono sempre giunte miltari che si alternano al potere.

    Quando ci sono governi militari la democrazia e la libertà sono parole prive di senso. Manila, la capitale, è una grande città, una città come tante altre nel mondo: zone residenziali con ville circondate da alte mura che garantiscono la privacy, la city, grattacieli che ospitano uffici di aziende nazionali e multinazionali, e poi la città, quella vera, quella della gente. Man mano che ci si allontana dal cuore pulsante della città, le abitazioni si fanno più fatiscenti e più abbandonate a se stesse... (continua)
    13.1.13

    I bambini soldato

    Storia di Thomas e il caporale Haighway

    Agli inizi del 1991 comincia in Sierra Leone il formarsi di una guerra civile, le cui cause sono date anche dalla posta in gioco di miniere di diamanti. Il principale gruppo ribelle è il Revolutionary United Front (RUF) che semina violenza nello stato. L'associazione è appoggiata dal presidente Taylor (Liberia) e dallo stato del Burkina Faso. Inoltre, gli interessi economici spinsero ad un coinvolgimento delle forze politiche locali, di multinazionali straniere e dei Paesi vicini. Si aggiungono alla guerra civile anche continui colpi militari che devastano la situazione civile dello stato. Per difendere la capitale Freetown e i civili dal RUF entra in gioco l'ONU. La tregua viene rotta nel 2000 dal RUF, che riprende le ostilità contro Freetown. Dall'inizio di questo conflitto si contano 100mila morti e 2 milioni e mezzo di profughi... (continua)


    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa